È la prima volta che la Gazzetta dello Sport dedica un articolo a un Maestro di BRAZILIAN JIU JITSU (BJJ) e i meriti vano sempre al nostro Maestro Garcia Amadori. In poche parole, il giornalista Riccardo Crivelli è riuscito a cogliere l’essenza di Garcia Amadori:

  • LA SUA POLIVALENZA

    Oltre al  Brazilian Jiu Jitsu, come Maestro di Boxe (ha citato la sua atleta e attuale campionessa Italiana Anita Torti), di  Arte Marziali Miste (MMA) e lotta (Grappling). Aggiungiamo la Muay Thai e il Functional Combat (All Points) che, cosi come le altre discipline che insegna, sta attraendo sempre più persone presso la sede della MMA ATLETICA BOXE.

  • LA SUA TECNICITÀ

    Finalmente il quotidiano per eccellenza in Italia nell’ambito sportivo riconosce e mette in evidenza l’onore di essere stato riconosciuto internazionalmente come l’ideatore di una nuova tecnica di BJJ mettendo in evidenza la VAMPIRE CHOKE. Facendo riferimento alla recente pubblicazione della tecnica sulla GracieMAG, la rivista più importante di BJJ a livello mondiale.

  • LA SUA SENSIBILITÀ

    Anche se il Maestro Garcia Amadori tende a parlare poco di questo suo lato, chi lo conosce può confermare. La sua professionalità è sempre stata accompagnata di grande generosità e impegno nell’aiutare le persone. Tra i vari progetti condotti dal Maestro uno di quelli rimasti al cuore è stato il “BJJ per i NON VEDENTI”, un progetto che aveva come obbiettivo sviluppare le capacità dei non vedenti per portali a lottare con avversari senza problemi visivi. Una esperienza che ha portato Garcia Amadori ad arricchire la sua metodologia anche su questo fronte. Attualmente abbiamo una atleta non vedente inserita al corso ordinario di BJJ.

  • LA SUA METODOLOGIA

    Con questa frase “sfruttare al meglio le proprie doti” Riccardo Crivelli ha centrato l’obbiettivo di A LL POINTS, la metodologia sviluppata dal Maestro Garcia Amadori che riassume la visione e l’approccio che ha sugli sport da combattimento e le discipline marziali come sistema di difesa personale. Proprio come racconta il Maestro: “accendo la fiammella che ognuno ha dentro di se”

  • IL SUO LEGAME CON L’ARTE 

    Figlio d’arte, il nome Garcia è stato scelto dal suo padre: il noto artista  Gabriele Amadori, anche lui Maestro polivalente nel  suo agire  e che recentemente è venuto a mancare.

Infine, un articolo completo e che ci rende ancora questa volta fieri dello stupendo percorso del Maestro Garcia Amadori nell’inseguire la sua missione:

“Non si arriva mai alla fine, non smetto mai di imparare. Mi sento felice di trasmettere le mie conoscenze alle persone soprattutto ai giovani. Non importa essere un grande campione, non importa essere un grande atleta, l‘importante è saper difendersi, questa è la mia missione!”  Garcia Amadori

Un ringraziamento alla Gazzetta dello Sport.

Grazie e complimenti a Riccardo Crivelli.

Buona lettura!

IL BJJ DI GARCIA AMADORI SULLA GAZZETTA
Contattaci

Per qualsiasi informazione contattaci, ti risponderemo al più presto.

Start typing and press Enter to search

Scoprite perché il Maestro Garcia Amadori ha ricevuto un invito dalla rivista newyorkese AZZARENKO…BJJ Brazilian Jiu Jitsu